Pubblicato in: gruppo di ricerca sulla lettoscrittura, LINGUISTICA, SCUOLA PRIMARIA DI PORTACOMARO CAP.

La prova di evacuazione

Lo stesso lavoro proposto alla classe seconda, di scrittura in piccolo gruppo sulla prova di evacuazione, è stato svolto da due bambini in situazione di handicap (ritardo cognitivo lieve) inseriti in classe, con la collaborazione di una bambina un po’ immatura. Il testo è stato scritto al computer dalla bambina con emiparesi, mentre i due compagni collaboravano nell’ideazione e nella stesura.

Il protocollo è stato redatto dall’insegnante di sostegno e l’esito della scrittura è il seguente:

LA PROVA DI EVACQUAZIONE SERVE PER IMPARE A USCIRE DA SCUOLA

TEREMOTO FUOCO.

QUANDO LA CAPANELA SUONA USCIRE DA SCUOLA.

Questa la sbobinatura della discussione avvenuta tra i bambini.

Maestra: Allora, dobbiamo scrivere l’avviso per i bambini della classe prima per spiegargli cos’è la prova di evacuazione. Cosa potreste iniziare a dire a questi bambini?

F.: Boh

Maestra: potreste spiegargli a cosa serve la prova di evacuazione?

M.: sì. E dice “LA PROVA DI ACUAZIONE”. ( si ferma e non riesce a continuare)

Maestra: dai, dettalo piano che E. scrive.

  1. inizia a scrivere LAPRO

F: è staccato

Maestra: Bisogna mettere uno spazio?

M.: Sì

Maestra: dove?

M.: tra la A e la P.

  1. metto lo spazio.

Maestra: come si dice? Acuazione o evacuazione?

  1. non risponde, rilegge la prima parte e continua a dettare le lettere.
  2. scrive. Il risultato è: LA PROVA DIEVACQUAZIONI
  3. rilegge non convinta: LA PROVA DIEVACQUAZIONI.
  4. : EVACQUAZIONI

M.: hmmm

MAESTRA: M. non sei convinta? Cosa c’è che non va?

  1. legge: DIEVACQUAZIONI. Dice: qua qua, dovrebbe essere tutto attaccato la parola

Maestra: non è tutto attaccato?

Marta : sì

Maestra: guarda, l’ultimo spazio c’è dopo la A (di PROVA) . Ci vuole ancora uno spazio o basta così?

Marta: eh..

Maestra: eh non lo so, sei tu che l’hai fatto notare. F. e E. cosa dite?

E.: ci  va lo spazio

Maestra:  dove ?

E: qui (indicando la  A di PROVA)

Maestra: guarda bene, qui c’è lo spazio, l’avete messo no?

E.: Lo spazio dopo la D.

MAESTRA.: E dice dopo la D. Voi che dite? È giusto secondo voi?

F .: no

M.: io dico DI staccato EVACUAZIONI

Maestra: è giusto secondo voi quello che dice Marta?

F.: sì

MAESTRA: di staccato evacuazioni

(Insieme lo scrivono staccato)

M: rilegge : LA PROVA DI EVACQUAZIONI

  1. ripete: LA PROVA DI EVACQUAZIONI e poi dice: LA PROVA DI EVACUAZIONE.
  2. ripete: evacuazione, ne

F.: ne.

Maestra: evacuazione o evacuazioni?

F.: evacuazione

Maestra: allora se è evacuazione dovete cambiare qualcosa?

M.: sì  la E .  (M. cambia EVACQUAZIONI con EVACQUAZIONE)

  1. rilegge : NE.

Maestra: ok, e poi cosa volete dire di questa prova di evacuazione?

F.: non correre in classe.

E.: serve per studiare.

Maestra: volete dire a cosa serve?

F.: A  imparare …

M.: serve per imparare

  1. e F. dettano, E scrive: LA PROVA DI EVACQUAZIONE SERVE PER IMPARE
  2. e F. : Imparare, inparare…ripetono

Maestra: cosa ci vuole prima della p? La pappa molle o la forzuta?

  1. e M. :La… (Non vanno avanti.)

Maestra: a cosa serve La prova di evacuazione? Per imparare cosa?

M.: a uscire da scuola

Maestra: quando?  Quando usciamo da scuola?

M.: quando suona la campanella.

Maestra: ma usciamo da scuola perché c’è qualcosa che non va?

F.: no. Perché c’è il fuoco .

E.: c’è il terremoto.

M: o se è esplosa una bomba

M, F, E ridono

MAESTRA: provate a scrivere queste cose, perché è importante dirle ai bambini.

Continuano.: LA PROVA DI EVACQUAZIONE SERVE PER IMPAREA USCIRE

M.: è sbagliato.

Maestra: perché?

M:. perché dovrebbe essere staccato. Dobbiamo mettere lo spazio dopo la e.

Correggono e scrivono : LA PROVA DI EVACQUAZIONE SERVE PER IMPARE A USCIRE DA SCUOLA

MAESTRA: quando bisogna uscire da scuola?

M.: perché C’è UNA BOMBA.

E.: perché c’è il terremoto.

Maestra:bene, scrivetelo.

  1. rilegge tutto.

Continuano e scrivono: LA PROVA DI EVACQUAZIONE SERVE PER IMPARE A USCIRE DA SCUOLA TEREMOTO

M.: manca qualcosa (rilegge ma non sa dire cosa manca)

Maestra: M. dice che manca qualcosa ma non sa dire cosa, la potete aiutare?

  1. ed E. non sanno.

M.: se c’è scritto scuola non si può dire subito terremoto.

Maestra :Come possiamo dire?

E.e F. non parlano.

  1. : e poi ti bruciano. E poi vai all’ospedale. C’è il fuoco.

Maestra: E. ha detto una cosa importante.

Scrivono e aggiungono fuoco. LA PROVA DI EVACQUAZIONE SERVE PER IMPARE A USCIRE DA SCUOLA TEREMOTO FUOCO.

Maestra. Bene possiamo dire altro ai bambini?

Pensano. No.

Maestra: però se viene il terremoto o il fuoco i bambini stanno a scuola, non gli avete detto cosa fare.

Potete aggiungere qualcosa?

E.: che quando è finito il terremoto vanno in classe.

M.: rilegge

M.:ripete cosa ha detto E.

  1. dice di no

Maestra:. Non sei d’accordo F.?

  1. non risponde.

Maestra: magari hai pensato ad una cosa giusta. Prima di scrivere una cosa di cui non sei convinto pensiamoci.

  1. non risponde.

Maestra: F. scriviamo questa o ne pensiamo un’altra?

E.: un’altra

E.: I bambini escono da scuola quando c’è la campanella.

Maestra: ma questo tutti i giorni o quando c’è il terremoto?

E.: quando c’è il terremoto. Suona la campanella

Maestra: ah, E. ha detto una cosa importante

Scrivono: QUANDO LA CAMPANELA SUONA USCIRE DA SCUOLA

MAESTRA:va bene così? Potete aggiungere altro?

  1. no, io non ricordo niente.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...